Studiare: Oltre il 13% di tutti i proventi dei crimini in Bitcoin sono passati attraverso i portafogli della privacy nel 2020

Secondo uno studio pubblicato dalla società di analisi delle catene di blocco Elliptic, oltre il 13% di tutti i proventi di reato in bitcoin (BTC) sono stati riciclati nel 2020 attraverso i portafogli privacy, in aumento rispetto al 2% registrato nel 2019.

Il 13% di tutti i proventi di reato che sfruttano BTC sono stati riciclati tramite i portafogli privacy

Il dottor Tom Robinson, co-fondatore e Chief Scientist di Elliptic, ha dichiarato nel rapporto intitolato „Financial Crime Typologies in Cryptoassets“ (Tipologie di crimini finanziari nei criptoasset) che finora nel 2020, il riciclaggio di cripto denaro sporco attraverso portafogli di privacy rappresentava oltre 160 milioni di dollari in bitcoin provenienti da mercati oscuri, furti e altri tipi di truffe.

Robinson mette in evidenza uno degli incidenti più famosi legati alla crittografia per la sua natura mainstream: L’hacker di Twitter di luglio, dove gli hacker hanno preso il controllo di oltre 130 account di alto profilo sulla piattaforma dei social media e il cui bitcoin raccolto attraverso la campagna di truffa implementata è stato lanciato attraverso il Wasabi Wallet.

Un altro esempio citato nel rapporto è stato il furto di 280 milioni di dollari di cryptos dallo scambio asiatico Kucoin a settembre, dove, ancora una volta, il Wasabi Wallet è stato utilizzato per mescolare alcuni dei fondi rubati, secondo le analisi della scientifica.

Segnala che i portafogli per la privacy sono ora il nuovo strumento di riciclaggio di denaro dei criminali

Negli ultimi anni i criminali sono passati dall’uso di miscelatori ai portafogli per la privacy, ha detto il Dr. Robinson. Un mixer è un servizio che permette agli utenti di depositare BTC e poi ritirare diversi bitcoin dal pol, rompendo la scia di blocco.

Ci sono stati alcuni casi in cui i fornitori di mixer sono stati multati con multe da milioni di dollari per aver violato le norme anti-riciclaggio, come Helix. Il Dr. Robinson ha dato il suo parere sui portafogli per la privacy:

I portafogli per la privacy aiutano i loro utenti ad ottenere proprio questo: la privacy. Ci sono ragioni del tutto legittime per usare i mixer o i portafogli per la privacy, e la privacy finanziaria è un fondamento di qualsiasi società aperta. Tuttavia, i dati della catena di blocco mostrano che i criminali sono stati rapidi a sfruttare questo nuovo strumento e che ciò rappresenta una sfida crescente per le autorità di regolamentazione, le forze dell’ordine e i professionisti della compliance che cercano di combattere la criminalità finanziaria nei criptoassets.

Il 3 dicembre 2020, news.Bitcoin.com ha riferito di uno studio condotto da Chainalysis, che ha rivelato che i mercati oscuri hanno finora superato quest’anno la soglia di 800 milioni di dollari di criptovalute di fatturato nel 2019, il massimo storico. Le valute crittografiche più utilizzate nelle transazioni sono state BTC, bitcoin cash (BCH), litecoin (LTC) e tether (USDT).

Cosa ne pensa del rapporto sui portafogli per la privacy? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto. Uso della fusione in contanti Aumento del 328%, 200 milioni di dollari in BCH Fusi e quasi 20.000 fusioni